I secoli del Monte

I secoli del Monte


I secoli del Monte | 1472 - 1929, di GIULIANO CATONI con schede tematiche di ROBERTO BARZANTI – 24 ORE Cultura, 2012
Il volume “I secoli del Monte” è la prima parte di un lungo viaggio dedicato alla scoperta di “Vicende e protagonisti del Monte dei Paschi di Siena”. Ne è autore Giuliano Catoni, che con piglio narrativo e sulla scorta di un’imponente documentazione archivistica, segue i non rettilinei svolgimenti che portano dal primo Monte Pio che sorge per volontà del Comune nel 1472 fino alla grande crisi del 1929 adottando il metodo di una storiografia di fatti e persone, che mette in luce gli strettissimi nessi tra l’istituto, la comunità senese, l’area di più consueto riferimento, le iniziative granducali, le riforme statutarie successive al conseguimento dell’unita dell’Italia fino alla crisi e ai mutamenti provocati dall’instaurarsi del regime fascista. “I secoli del Monte” ripercorre e sistema in nuova e piana sintesi le acquisizioni fin qui disponibili e indica vie di approfondimento con una chiara esposizione che si rivolge sia agli specialisti sia a un più largo pubblico, consapevole del valore dell’indagine sul passato. Non per trarne improbabili lezioni o utili ammaestramenti, ma per ampliare le conoscenze, rivisitare con spirito critico la bibliografia che si è accumulata (a partire dalla monumentale e imprescindibile opera di Narciso Mengozzi) e capire i fondamenti di lunga durata, etici e collettivi, di realtà spesso genericamente ricordate.
Strettamente collegato a questo primo seguirà un secondo volume – “Il Monte nel Novecento” – di Pier Francesco Asso e Sebastiano Nerozzi. Esso coprirà i decenni che vanno dal 1929 al 1995 e si configurerà preminentemente come una storia dell’evoluzione istituzionale del Monte dei Paschi nel corso del “secolo breve”: una storia “interna”, perciò, concepita per illustrare le modalità della crescita della banca, il suo contributo all’economia toscana e nazionale, le ragioni del suo successo, la sua capacità di rispondere a momenti di criticità e di trasformazione. In essa si evita il rischio spesso ricorrente quando ci si occupa di periodi assai vicini a noi di indulgere a notazioni di carattere cronachistico o personalistico. Il costante obiettivo sarà quello di illuminare situazioni, indirizzi e sviluppi al fine di offrire una ricostruzione complessiva dell’evoluzione dell’istituto.
Curatore editoriale di entrambi i volumi è Roberto Barzanti, che è anche autore di una serie di schede tematiche, di taglio pubblicistico, su momenti e figure che esemplificano l’incisiva presenza del Monte ben oltre i confini di un’attività puramente bancaria: nella committenza artistica, nel sostegno all’istruzione e alla ricerca, negli interventi di natura sociale. Tali inserti si propongono pure di arricchire il volume con un corredo iconografico di prima mano, selezionato appositamente, contestuali al discorso sul Monte. Una storia è fatta di molte storie, e di microstorie che portano in luce condizioni ignorate, tentativi audaci, dure angustie, sollecita solidarietà. Dalla Rocca che fu dei Salimbeni si dipartono fili e s’ascoltano voci che conducono lontano dalle stanze del Palazzo e invitano a collocare il vario atteggiarsi del Monte in un vasto reticolo di progetti e di risultati, che è importante riscoprire nella loro autenticità e nel peso che continuano ad avere nella caratterizzazione di una banca ricca di una storia straordinaria.

Per la ricchezza delle immagini e dei contenuti, il download potrebbe richiedere un tempo maggiore rispetto ad un'applicazione di medie dimensioni.
Add to list
Free
97
4.9
User ratings
9
Installs
500+
Concerns
0
File size
121536 kb
Screenshots
Video of I secoli del Monte Screenshot of I secoli del Monte Screenshot of I secoli del Monte Screenshot of I secoli del Monte Screenshot of I secoli del Monte Screenshot of I secoli del Monte Screenshot of I secoli del Monte
About I secoli del Monte
I secoli del Monte | 1472 - 1929, di GIULIANO CATONI con schede tematiche di ROBERTO BARZANTI – 24 ORE Cultura, 2012
Il volume “I secoli del Monte” è la prima parte di un lungo viaggio dedicato alla scoperta di “Vicende e protagonisti del Monte dei Paschi di Siena”. Ne è autore Giuliano Catoni, che con piglio narrativo e sulla scorta di un’imponente documentazione archivistica, segue i non rettilinei svolgimenti che portano dal primo Monte Pio che sorge per volontà del Comune nel 1472 fino alla grande crisi del 1929 adottando il metodo di una storiografia di fatti e persone, che mette in luce gli strettissimi nessi tra l’istituto, la comunità senese, l’area di più consueto riferimento, le iniziative granducali, le riforme statutarie successive al conseguimento dell’unita dell’Italia fino alla crisi e ai mutamenti provocati dall’instaurarsi del regime fascista. “I secoli del Monte” ripercorre e sistema in nuova e piana sintesi le acquisizioni fin qui disponibili e indica vie di approfondimento con una chiara esposizione che si rivolge sia agli specialisti sia a un più largo pubblico, consapevole del valore dell’indagine sul passato. Non per trarne improbabili lezioni o utili ammaestramenti, ma per ampliare le conoscenze, rivisitare con spirito critico la bibliografia che si è accumulata (a partire dalla monumentale e imprescindibile opera di Narciso Mengozzi) e capire i fondamenti di lunga durata, etici e collettivi, di realtà spesso genericamente ricordate.
Strettamente collegato a questo primo seguirà un secondo volume – “Il Monte nel Novecento” – di Pier Francesco Asso e Sebastiano Nerozzi. Esso coprirà i decenni che vanno dal 1929 al 1995 e si configurerà preminentemente come una storia dell’evoluzione istituzionale del Monte dei Paschi nel corso del “secolo breve”: una storia “interna”, perciò, concepita per illustrare le modalità della crescita della banca, il suo contributo all’economia toscana e nazionale, le ragioni del suo successo, la sua capacità di rispondere a momenti di criticità e di trasformazione. In essa si evita il rischio spesso ricorrente quando ci si occupa di periodi assai vicini a noi di indulgere a notazioni di carattere cronachistico o personalistico. Il costante obiettivo sarà quello di illuminare situazioni, indirizzi e sviluppi al fine di offrire una ricostruzione complessiva dell’evoluzione dell’istituto.
Curatore editoriale di entrambi i volumi è Roberto Barzanti, che è anche autore di una serie di schede tematiche, di taglio pubblicistico, su momenti e figure che esemplificano l’incisiva presenza del Monte ben oltre i confini di un’attività puramente bancaria: nella committenza artistica, nel sostegno all’istruzione e alla ricerca, negli interventi di natura sociale. Tali inserti si propongono pure di arricchire il volume con un corredo iconografico di prima mano, selezionato appositamente, contestuali al discorso sul Monte. Una storia è fatta di molte storie, e di microstorie che portano in luce condizioni ignorate, tentativi audaci, dure angustie, sollecita solidarietà. Dalla Rocca che fu dei Salimbeni si dipartono fili e s’ascoltano voci che conducono lontano dalle stanze del Palazzo e invitano a collocare il vario atteggiarsi del Monte in un vasto reticolo di progetti e di risultati, che è importante riscoprire nella loro autenticità e nel peso che continuano ad avere nella caratterizzazione di una banca ricca di una storia straordinaria.

Per la ricchezza delle immagini e dei contenuti, il download potrebbe richiedere un tempo maggiore rispetto ad un'applicazione di medie dimensioni.

User reviews of I secoli del Monte
Write the first review for this app!
Android Market Comments
A Google User
Oct 23, 2014
Majic